George sand consuelo english pdf

Questa è una voce di qualità. Il fallait la connaître comme je l’ai connue pour savoir tout ce qu’il y avait de féminin dans george sand consuelo english pdf grand homme, l’immensité de tendresse qui se trouvait dans ce génie. Si doveva conoscerla come l’ho conosciuta io per sapere quanto vi era di femminile in questo grande uomo, per conoscere l’immensa tenerezza di questo genio.

Agostiniane inglesi, la cui scuola, venti anni dopo, sua nipote Aurore frequenterà per tre anni. L’8 settembre, quando la famiglia Dupin era al seguito delle truppe di Murat in ritirata verso la Francia, il piccolo Auguste morì: quattro giorni dopo, a Nohant, per una banale caduta da cavallo, morì anche Maurice Dupin. Aurore e dove visse insieme al fratellastro Hippolyte. La madre rimase a Parigi con la figlia Caroline, vivendo con la rendita assegnatale da Madame Dupin: «Ne risultò per me un grande disprezzo per il denaro, prima ancora di sapere che cosa fosse il denaro, e una specie di vago terrore della ricchezza da cui mi sentivo come minacciata».

Mia madre provava per me, come per tutti gli esseri che ella aveva amato, più passione che tenerezza». Aurore a Nohant: «questa notizia mi cadde addosso come un colpo di fulmine, nel mezzo della più perfetta felicità che io avessi gustata nella mia vita. Il convento era divenuto il mio paradiso in terra». Provetta cavallerizza, Aurore trascorreva a Nohant lunghe ore in sella di Colette, la sua cavalla: «Dovevamo vivere e galoppare insieme per quattordici anni». Aurore era guardata, tranne che alcuni amici d’infanzia, come una signorina nobile con la quale tenere rapporti di formale rispetto, con qualche mormorio di disapprovazione per la libertà, giudicata eccessiva, di cui Aurore godeva: si vestiva da uomo, fumava e si permetteva di dare del tu anche a personaggi illustri. George Sand, furono per lei: «Tu perdi la tua migliore amica».

Aurore era così divenuta erede della proprietà di Nohant. La madre riportò Aurore a Parigi, nella casa di rue Neuve-des-Mathurins. Aurore: «Trovai sincerità nelle sue parole e nel suo modo di essere. Non mi parlava mai d’amore e confessò di essere poco disposto alla passione improvvisa, all’entusiasmo, e in ogni caso, era incapace di esprimerlo in maniera seducente.

Parlava di amicizia a tutta prova». Nohant, dove Dudevant divenne formalmente l’amministratore della tenuta. Il barone Casimir era in realtà una persona semplice, con interessi molto diversi da quelli della giovane moglie: egli amava la caccia, disprezzava i libri e la musica lo annoiava profondamente. La ragazza volle poi passare qualche settimana anche nel suo vecchio convento delle Agostiniane. Aurore, con il quale ebbe un’avventura breve ma decisiva per le sorti del suo matrimonio. Aurore gli scriveva: «Nessuno parla come voi, nessuno ha il vostro accento, la vostra voce, il vostro sorriso, il vostro spirito, il vostro modo di guardare le cose e di esprimere le idee.